Il balcone rappresenta un’utile risorsa per la casa, ma talvolta non viene valorizzato nella maniera giusta. In molti amano pranzare o cenare all’aperto, d’estate, ma in realtà, quando acquistano una casa con terrazzo, non lo fanno. Talvolta a condizionare inconsciamente le nostre azioni ci sono dei dettagli, che spesso non consideriamo. In questo caso, quel dettaglio è rappresentato dall’assenza di tende da sole per esterni.

Immaginate un pranzo sotto il sole bollente di agosto? O una cena fresca sotto le stelle, umidità inclusa? La tenda da sole è un ottimo rimedio in entrambe le situazioni, rappresentando inoltre un riparo dal sole che penetra attraverso le finestre.

Una buona tenda per esterni è infine utile anche d’inverno, quando cercherete uno spazio coperto in cui stendere il bucato.

 

Tipologie di tende da sole: a bracci, a caduta e cappottine

Tende da sole per esterni a braccio

A seconda del vostro arredamento, dello stile della casa e del vostro gusto personale, tenendo sempre d’occhio gli spazi a disposizione, potrete scegliere la tenda da sole più adatta a voi.
Ecco le tipologie di tende da sole più diffuse e le loro caratteristiche.

Se abitate in un centro storico ed il vostro arredamento è romantico, quello che vi consigliamo è di optare per una tenda a caduta. Si tratta di tendaggi da esterni molto minimal ed essenziali, che prevedono una limitata sporgenza. Per le tende a caduta, le guide possono essere a U, a ribalta oppure a zip (con cassonetto).

Se la vostra necessità è quella di coprire un balcone più ampio, o anche un’area esterna, dovrete rivolgere lo sguardo verso le tende a bracci. Comunemente dette anche tende a rullo o a semicassonetto, esse sono costituite da un tubolare e da due bracci estensibili. Tali tende da sole possono rappresentare un vero elemento di design e si attaccano direttamente al soffitto. La loro impalcatura è strutturata quasi esclusivamente in alluminio.

Infine, ci sono le cappottine, che possono essere di forma rettangolare, ellittica o a semicerchio. Anche questa soluzione è adatta agli edifici storici; spesso viene usata per le attività commerciali come bar o piccole botteghe. Chi sceglie una tenda per esterni a cappottina ha ben chiaro in mente quello che vuole. La tipologia di tenda è infatti piuttosto vistosa e di gusto romantico. Essendo montata su un telaio curvo ad arco, la tenda a cappottina presenta un design bombato. E’ perfetta per chi ha bisogno di proteggersi dal sole sia frontalmente che lateralmente: la sua apertura è regolabile con una fune.

 

Colori e tessuti delle tende per esterni

Tende da sole: colori e tessuti delle tende per esterni

Per chi vive in realtà condominiali è spesso impossibile scegliere il colore e la fantasia delle proprie tende per esterni. Di solito questo non vale, però, per la qualità del tessuto: fattore altrettanto importante. In molti non vi danno importanza, ma la consistenza ed il tessuto di una tenda sono aspetti da tener presente al momento dell’acquisto. Un tessuto più spesso, sarà maggiormente oscurante; per questo motivo risulterà più adatto a chi ha bisogno di un’ombra totale. Per chi invece vuole ripararsi dal sole senza privarsi della luce di una bella giornata sarà consigliabile una tenda sottile. Il nostro consiglio è quello di chiedere al rivenditore di toccare con mano la tenda: sarà una buona tecnica per capire se è quella che fa al vostro caso.

Restando in tema tessuti, i materiali migliori per le tende da sole sono quelli a base sintetica. In particolare, sono consigliabili i tessuti acrilici e in poliestere, per la loro resistenza all’usura. Assolutamente sconsigliato il cotone, in quanto maggiormente soggetto agli strappi e alla formazione di muffa.

Un altro fattore con cui poter giocare, se si vive in una villa autonoma o in un contesto dalle regole meno severe, è il colore delle tende. Le fantasie più diffuse sono quelle a righe, una scelta non casuale. Le righe alternano spesso colori chiari, quasi sempre il bianco, e colori scuri per equilibrare il filtraggio del sole. Anche se talvolta tende di questa fantasia possono risultare un po’ noiose, esse rappresentano di certo una soluzione funzionale. Ma non è detto che la praticità sarà esclusa se si opterà per una fantasia diversa, con decorazioni più stravaganti. Il nostro consiglio è quello di farvi sempre consigliare da un rivenditore esperto, o di fare le giuste valutazioni prima dell’acquisto. Il colpo di fulmine non è sempre la scelta giusta: la razionalità in questi casi è un buon alleato.

 

Curiosità: come pulire le tende da sole

Per una corretta manutenzione delle vostre tende per esterni, basterà strofinarle un paio di volte all’anno con una spazzola e dell’acqua calda a 40 gradi. Vi sono dei detersivi appositi, delicati, da adoperare. Tra gli accorgimenti che bisogna tener presente, c’è quello di non arrotolare le vostre tende finché non sono completamente asciutte: rischiereste l’insorgere delle fastidiosissime macchie da muffa. Infine, vi consigliamo di controllare sempre che non si creino sacche d’acqua piovana. A lungo andare potrebbero provocare il deterioramento del tessuto della tenda.