DOMOTICA: le ultime scoperte della tecnologia alle apparecchiature domestiche.

In molti sanno che la domotica è quella scienza che applica le ultime scoperte della tecnologia alle apparecchiature domestiche. Non tutti, però, conoscono nello specifico quali sono i traguardi raggiunti in questi anni: in alcuni casi i risultati hanno superato ogni tipo di aspettativa. Soluzioni che fino ad un decennio fa erano considerate fantascientifiche oggi risultano possibili e sono alla portata di tutti.

Ma scendiamo un po’ più nel dettaglio. A quali oggetti viene applicata la domotica? Come montare un impianto tecnologico che possa consentire alla nostra casa di essere più confortevole e sicura? Ed infine, quali sono i costi? Ne parleremo di seguito, illustrandovi le ultime novità della domotica.

domotica

Domotica: usi e vantaggi

Il concetto di domotica può essere sintetizzato attraverso la trasformazione dei cosiddetti elettrodomestici tradizionali in elettrodomestici 2.0. Ma l’applicazione pratica di questa disciplina non si riduce soltanto agli elettrodomestici: anche i sistemi generali di sicurezza, l’illuminazione e il riscaldamento possono essere gestiti da remoto. Così descritto sembra qualcosa di complicato, ma nella realtà dei fatti non lo è. In parole povere, va attribuito alla domotica il fatto di poter controllare tramite una app del cellulare la propria lavatrice a distanza, o il proprio condizionatore, o un moderno impianto stereo … e molto altro.

La domotica ha dato origine alla cosiddetta smart home, la “casa intelligente” in cui tutto può essere gestito da remoto. Tutto questo è stato reso possibile grazie agli avanzamenti della tecnologia, all’uso quotidiano del wi-fi e del bluetooth. Oggigiorno tutti hanno uno smartphone, almeno un portatile ed un router domestico. Talvolta anche un tablet. Molti marchi hanno fatto in modo che oggetti dello stesso brand possano comunicare tra di loro. In questo modo, tramite wi-fi o bluetooth, un cellulare di ultima generazione può “dire” ad un climatizzatore di accendersi e riscaldare o raffreddare un ambiente prima che qualcuno rincasi, ad esempio.

I vantaggi connessi ad operazioni del genere sono davvero innumerevoli. Si pensi al confort che può derivare da una casa bella fresca, riprendendo il precedente esempio, quando si rientra in seguito ad una giornata di lavoro sotto il caldo afoso dell’estate. Altri vantaggi da non sottovalutare sono collegati al risparmio energetico, o all’assistenza ai propri genitori anziani, tramite telecamere e dispositivi appositi. I settori di applicazione della domotica, sempre relativamente all’ambiente domestico, sono davvero tanti. Proveremo a darvene un’idea nei paragrafi successivi.

 

Quali sono i costi di una smart home?

Dire che i costi che ci sono dietro una smart home siano accessibili a tutti non risponde del tutto a verità. Certo, ci sono alcuni accessori acquistabili a prezzo contenuto, ma realizzare un impianto adatto ad una smart home è tutt’altra cosa. Il costo medio di un impianto base si aggira intorno ai 4000 euro. Un impianto del genere può comprendere: controllo del clima via sms, centralizzazione dell’illuminazione e gestione automatizzata delle luci.

Poi, è chiaro che ci siano diverse soluzioni e combinazioni di accessori. Un’idea comoda e decisamente meno dispendiosa è offerta dalla D-Link, che produce le cosiddette Smart Plug. Si tratta di “prese intelligenti Wi-Fi” che si possono accendere o spegnere tramite app: in questo modo si accenderanno o spegneranno anche gli elettrodomestici, le videocamere di sorveglianza o le luci ad esse connesse. Il prezzo di un accessorio di questo tipo supera di poco i 50 euro.

domotica

Le ultime novità della domotica

Tra le soluzioni più utili presenti in commercio vi è la “Home Chat“, l’ultima novità prodotta dal marchio LG. Si tratta di una piattaforma che permette, attraverso smartphone, di inviare messaggi ai propri elettrodomestici. Se lasciate la cena in forno, ad esempio, potete chiedere al vostro forno di accendersi ad un preciso orario. Tornati a casa sarà già tutto pronto! La chat è gratuita, ma è chiaro che ci sia bisogno di un forno di ultima generazione, appartenente allo stesso brand.

Un’altra trovata comoda, che consente anche di risparmiare energia elettrica, è il “WeMo Light Switch” della Belkin. E’ una sorta di interruttore generale che permette di controllare e gestire a distanza le vostre luci di casa. Quante volte vi chiedete se avete spento tutte le luci in casa prima di uscire? Con questo accessorio, abbinato alla app per cellulare, non avrete più di questi dubbi. Inoltre, cosa ancora più carina, potrete impostare la città in cui vi trovate: in questo modo la luminosità si regolerà tenendo conto dell’ambiente circostante.

Sempre nell’ottica della funzionalità, per chi ha un giardino, la KGControls ha lanciato “Irrigation Caddy”. Il sistema di irrigazione è gestibile tramite app, quindi per usarlo basta avere uno smartphone ed una connessione a internet. Le apparecchiature necessarie hanno un prezzo abbastanza contenuto e vi permetteranno di avere un giardino perfetto con il minimo sforzo.