Orto verticale: consigli pratici per realizzare il tuo orto sul balcone o in cucina.

L’inquinamento ambientale e i pesticidi hanno portato un’ampio numero di cittadini a dubitare della genuinità dei cibi di cui si alimentano.
Si tratta di una tendenza generale che si respira in molte zone del globo, specie in quelle più ricche e globalizzate.
Oggi, più di ieri, si avverte per questo la necessità di un ritorno alla natura.
Ed è per questo che, in America prima e in Europa successivamente, molti cittadini hanno deciso di coltivarsi un orto.

L’ultimo trend riguarda infatti la realizzazione di un orto verticale, che potrà essere posizionato sul balcone o anche in cucina.
Basterà avere a disposizione una parete vuota in cui collocarlo e con un pò di creatività potrà anche arredare.

Orto verticale realizzato con il pallet

E’ la tendenza più sviluppata in fatto di orto verticale, sia indoor che outdoor.

Il pallet è un materiale facile da recuperare, in più data la sua forma, sarà un ottimo supporto per ospitare ogni tipo di verdura.

Sarà grazioso anche se verrà utilizzato per seminare piante grasse.
Per rendere tale struttura in legno funzionale al nostro scopo, occorrerà munirsi di una rete che aiuterà a separare le piante sostenendo il terreno.
Con alcuni tasselli potrete ancorare la pedana al muro.

Si potrà dipingere il pallet con le tinte più adatte allo stile della casa , oppure lasciarlo al naturale donerà un’atmosfera rustica.
Per non far sporcare la parete a cui appoggerete il vostro orto verticale, disporrete un pannello tra la pedana e il muro.
E’ consigliabile posizionare l’orto verticale in zone in cui i raggi del sole filtrano per almeno metà della giornata.
Le piante aromatiche e gli ortaggi vi ringrazieranno.

 Piante in cornice

Per donare un tocco green in più, si potrà optare per un quadro composto di piante grasse.
Non ci riferiamo ad un dipinto, o ad una stampa che riproduce foglie e fiori.
Con fantasia e creatività non sarà complicato dare vita ad un quadro fatto di fiori veri.
Ecco come fare: procuratevi una cornice vecchia, se volete potrete ridipingerla in tinta con i colori della vostra casa.
Dopo averla collocata in posizione orizzontale e disponete sul suo fondale una rete, oppure un pannello traforato.

Non vi resterà che seminare le piante grasse (adatte a tutti) ed appendere il vostro quadro green al muro.
Il risultato è garantito.

Soluzioni divertenti

Se siete amanti delle idee innovative una buona soluzione sarà quella di coltivare un orto verticale all’interno di coloratissimi stivaletti di gomma.

Per fare in modo che le piante possano crescere bisognerà forare le suole dello stivale, in modo da permettere al terreno di traspirare, evitando eventuali ristagni di acqua che faranno marcire il vostro orticello.
Tali stivali potranno essere appesi con un gancio ad una struttura reticolare, fatta di legno o di acciaio.

Se non avete a vostra disposizione un’impalcatura di questo genere potrete appoggiarli su di un mobile, sul davanzale di una finestra o anche sul pavimento, magari in prossimità del balcone.
Ricordate sempre che ogni specie vegetale ha necessità diverse riguardo acqua e sole.
Prima di creare un orticello casalingo sarà opportuno informarsi sull’ irrigazione necessaria per ciascuna pianta.
Altrettanto importante è l’esposizione al sole, facendo attenzione alla zona in cui posizionerete l’orto.

 

Orto verticale: un metodo innovativo per il tuo verde

Come riutilizzare un vecchio mobile

Una trovata senza dubbio eco-friendly, e in linea con il rispetto dell’ambiente, è quella di riciclare un vecchio mobile.

Per cui una cassettiera ormai in disuso perché non più nuova non dovrà essere necessariamente gettata via.

Con una leggera passata di olio per legno potrete renderla più lucida con il giusto effetto vintage.
Apportando dei piccoli fori alla base dei cassetti, li si potrà riempire con della terra.
Avrete creato una bellissima aiuola da terrazzo.
Si darà vita in questo modo a un orto verticale dal design rustico e vintage che potrà ospitare diverse varietà di piante.

 

Orto verticale: sfrutta il tuo vecchio mobile